In questo caso gli shopper si recavano nei punti vendita acquisendo dapprima le informazioni sui prodotti venduti di altri marchi, poi si presentavano allo shop manager e insieme a lui compilavano la check list di verifica degli standard che copriva ampiezza dell’esposizione, presenza di materiali promozionali attuali, presenza dei prodotti in offerta, verifica di luminosità, pulizia e attrezzatura e valutazione della numerosità del personale impiegato.

A chi rispettava gli standard il brand assegnava dei premi e del materiale visual promozionale.

Casi studio

Panini scaldati o no?

Durante le “normali” visite in modalità mystery client gli shopper valutavano alcuni prodotti troppo salati mentre altri scenari non riscontravano questa caratteristica.

Monitoraggio prezzo praticato e sconto massimo

Un’azienda distributrice di prodotti per bambini lamentava periodi di calo di vendite…

Chi vende i prodotti online? Cosa vende?

Un nostro cliente vuole controllare i prodotti che vengono venduti online per evitare che…