Welcome kit: come ringraziare un cliente per fidelizzarlo e spostarlo sui prodotti premium price

/, Strumenti gratuiti/Welcome kit: come ringraziare un cliente per fidelizzarlo e spostarlo sui prodotti premium price

Questo mese ho comprato un prodotto su Alibaba, un prodotto tecnico per una ricerca che stiamo facendo su un nostro nuovo prodotto. Dentro ci ho trovato questo kit di benvenuto:

  • Un segnalibro con il pendaglio fatto (sembra) a mano di tessuto
  • Una cartolina scritta di pugno dal mio account (Emma) in cui mi invita addirittura a Shangai
  • E un pacchetto contenente delle veline da ricopiare su dei fogli con una chiusura a scrigno fatta di corda, che non ho capito a cosa servono ma mia figlia dice che sono fantastiche.

Questo per dirti che, a prescindere dal valore dell’oggetto che vendi (il mio costava poche centinaia di euro) e dalla distanza culturale fra te e i tuoi clienti con un welcome kit di poco valore puoi lasciare un ricordo speciale dell’acquisto e dell’esperienza.

Quante volte vi è capitato? A me quasi mai.

Ho acquistato una borsa per oltre un migliaio di euro e il loro benvenuto era una stecca di plastica per non far deformare il manico in bambù.

Vai a ritirare la macchina da diverse decine di migliaia di euro il ricordo del concessionario è una fila in attesa e, se sei fortunato, i tappetini.

Consiglio sempre ai miei clienti di creare dei “welcome kit” per i loro clienti: un gadget, un buono, qualcosa che faccia ricordare di quell’acquisto soprattutto quando l’acquisto è frutto di grandi attese o sacrifici.

Basta anche una cartolina (scritta a mano da te o da un tuo collaboratore), un invito ad un evento o un motivo per tornare in negozio.

Ad esempio quando un cliente visita per la prima volta un ristorante tutti i camerieri dovrebbero saperlo (un trucco è dargli dei tovaglioli di un dato colore) in questo modo si potrà dare più importanza a quel cliente speciale e, per stimolare un suo ritorno, alla fine del pasto basta vedere cosa non ha comprato (ad esempio il dolce) e dargli un buono per 2 dolci in regalo per la prossima visita. In questo modo il tuo welcome kit stimola un ritorno e, se sei bravo a fare i dolci, un upselling per le volte successive.

In quanti negozi di abbigliamento si esce con le bustone di plastica o cartone dopo aver speso un capitale. Basta dotarsi di un portaabiti da regalare alle clienti premium o al primo acquisto.

Una cosa importante: cerca di evitare che i vecchi clienti si sentano trascurati fai sempre in modo che il welcome kit sia qualcosa che regali ai nuovi perché non l’hanno ancora provato, non è che regali il prodotto solo ai nuovi perché i vecchi sono acquisiti, non glielo dai perché ha già provato questi prodotti e sai già che ti apprezza. L’effetto vecchio abbonato /nuovo abbonato va stroncato perché tende a premiare i clienti “api” che saltano di fiore in fiore.

Emma (il mio account di Alibaba) ci ha messo del suo, ha preso una cartolina del Tibet, qualche altra cosa da pochi centesimi e mi ha fatto ricordare di lei (da notare anche il cuoricino) e, cosa più importante, dei suoi prodotti.

Passa anche tu al lato oscuro della vendita, ragiona come un cliente che entra e compra per la prima volta nei tuoi negozi, a cui offri gentilezza e cortesia. Mettigli un prodotto omaggio nella busta dicendo che è un welcome kit e che lo darai a tutti i suoi amici che lui porterà in negozio.

Certo poi devi essere certo che il personale dia ai clienti giusti il welcome kit e che non se lo porti a casa ma su questo posso darti una mano con i nostri servizi.

Se hai bisogno, come al solito, scrivi pure.

2018-08-01T11:44:12+00:00

Leave A Comment